CHI SIAMO - EMIT FLESTI

Per "Cultura è la Cura" Emit Flesti, associazione culturale, propone un laboratorio teatrale tenuto dai formatori, Alessio Dalla Costa e Annalisa Morsella,

che si pone un doppio obiettivo: formativo e performativo, lavorando su strumenti di consapevolezza corporea, vocale ed espressiva dei e delle partecipanti/e. 

Ci si propone di dare un continuo stimolo e rafforzamento delle potenzialità attraverso anche la creazione di un gruppo, sfociando e concretizzando poi il tutto in una messa scena alla quale si potrà assistere a fine percorso.

 

Ma vediamo insieme chi sono e cosa fanno!

 

Nata nel 1996 come compagnia Universitaria, Emit Flesti diventa nel 2001 un'Associazione Culturale, nonché un luogo di formazione, sia teatrale sia aziendale, e di produzione teatrale artistica che, affermatasi nel territorio passo dopo passo, collabora con enti locali, aziende, istituzioni, scuole, associazioni ed altre compagnie artistiche.

 

Nel 2012 realizza per la Soprintendenza per i beni archeologici della Provincia Autonoma di Trento la lettura spettacolo “Processo ad Eichmann”, replicata più volte nel corso di un triennio all'interno dello spazio archeologico del Sass di Trento nel Giorno della Memoria.

Successivamente mette in atto vari spettacoli affrontando temi quali: la solitudine e l'abbandono con "Disabitate" e "Eiszeit"; gli stereotipi di genere affrontati in chiave ironica con "Let's switch, fate cambio"; o ancora le nevrosi dell'uomo contemporaneo con "Nevrotici Sessuali"; i vizi dei trentini attraverso "I sette peccati capitali del Trentino; la donazione del midollo osseo con "Arance e Calicantus"; o prendendo la tematica dell'arte e di chi può essere artista con "In dispArte" e ancora sulla vagina, una commedia musicale con "Lady V". 

Da non dimenticare poi “Con voce nuova – L’Inferno di Dante”, uno spettacolo fruibile da sordi e udenti che dà spazio alla lingua dei segni e al teatro danza, e che punta a creare un linguaggio nuovo e condiviso.

 

Emit Flesti viene coinvolta nelle Feste Vigiliane, per un concerto-spettacolo omaggio a Fabrizio de Andrè assieme agli Apocrifi.

Realizzano poi spettacoli in collaborazione con vari enti, vediamo infatti nell'anno 2018-19 il continuo di una collaborazione con il Centro Servizi Culturali Santa Chiara, che assieme all’Università degli Studi di Trento commissiona gli "Intermezzi Teatrali", collaborazione che continuerà anche nel periodo 2019-2020 con "Antipasti Letterali", o ancora nel 2021 con "Jacques e il suo padrone", e molti altri! Per scriverli e descriverli tutti ci vorrebbe un libro intero.

 

Dal 2016 l'associazione mira anche sulla formazione aperta a giovani e adulti, offrendo approfondimenti selezionati, workshop, teatroterapie, etc non solo per attori e attrici o aspiranti bensì per chiunque abbia voglia di migliorare la qualità, la tecnica e l'esperienza del proprio modo di comunicare e relazionarsi con gli/le altr* e con il mondo che lo circonda.

Come luogo di formazione offre inoltre anche corsi di formazione intensivi dedicati a dirigenti, aziende e liberi professionisti per migliorare le capacità individuali di public speaking, comunicazione efficace e team building.

 

 

https://www.emitflesti.it/ 

𝗙𝗼𝗿𝗺𝗮𝘁𝗼𝗿𝗲: 𝗦𝗶𝗺𝗼𝗻𝗲 𝗣𝗮𝗻𝘇𝗮

Nato nel 1992, laureato in Filologia e critica letteraria, si forma a Trento frequentando corsi di teatro per ragazzi e poi per adulti presso la scuola di teatro Spazio14 (2008-2011) e presso Estro Teatro (2011-2014). Negli anni successivi frequenta laboratori con diversi formatori, fra cui Jurij Alschitz, Maria Consagra, Poyraz Turkay, Veronica Risatti e Stefano Masta Francoia.

Fra il 2012 e il 2015 collabora come attore con realtà produttive quali EstroTeatro, TeatroE, Trento Spettacoli e il Teatro delle Quisquilie a Trento e con Fondazione AIDA a Verona. Recita anche in alcuni cortometraggi e produzioni video dell’area trentina, avviando anche alcuni progetti come videomaker in collaborazione con Fresh Scream Production. Nel 2014 partecipa al Festival Internazionale di Regia Fantasio in qualità di attore diretto da Alessandro Maggi in Aspettando Godot. Dal 2014 al 2016 fa parte del laboratorio di ricerca da cui si sviluppa lo spettacolo tratto da Persiani di Eschilo.

Dal 2017 collabora con l’associazione Emit Flesti come attore e aiuto regista in tutte le produzioni: Il sogno di Jacopo (2017), Con Voce nuova – L’Inferno di Dante (2017), I sette peccati capitali del Trentino (2018), Nevrotici sessuali (2018), Arance e Calicantus (2019), Delirio a due (2020), Jacques e il suo padrone (2021).

logo emit nero con trasparenza.png
107900503_1217065525342735_7266063838572672275_n.jpg